Design

Cos’è il design thinking?

By 16 Ottobre 2019 14 Gennaio, 2020 No Comments

“Design thinking is a process for creative problem solving.”

Il Design Thinking è un processo di Creative Problem Solving che mira ad incrementare innovazione e creatività. Gli ambiti di applicazione sono innumerevoli, sia per problematiche legate a determinati prodotti/servizi dell’azienda, all’organizzazione dei team interni all’azienda. In qualsiasi caso, l’utente può beneficiare di soluzioni più personalizzate, utili e quindi di alto gradimento; per l’azienda si tratta, invece, di un’ottima opportunità per fidelizzare i propri clienti ed assicurare maggior successo al proprio business.

Il Design Thinking è un approccio, un modello progettuale che aiuta le persone (… che lavorano in azienda, enti, PA, …) a risolvere problemi, accettare le sfide e il cambiamento e a fare scelte più consapevoli.

È un modello che può essere applicato in molti contesti e che porta ad avere delle idee e delle soluzioni estremamente personalizzate e non replicabili.

Questo approccio combina insieme:

  • quanto è desiderabile dal punto di vista umano
  • quanto è fattibile dal punto di vista tecnologico
  • quanto è sostenibile dal punto di vista economico
Business – People – Technology

Il design thinking non è una proprietà esclusiva dei designer: tutti i grandi innovatori della letteratura, dell’arte, della musica, della scienza, dell’ingegneria e del business lo hanno praticato. Quindi, perché chiamarlo ‘design thinking’? La particolarità del design thinking è che i processi di lavoro dei designer possono aiutarci a estrarre, insegnare, apprendere e applicare sistematicamente queste tecniche incentrate sull’uomo per risolvere i problemi in modo creativo e innovativo – nei nostri progetti, nelle nostre imprese, nei nostri paesi, in le nostre vite.

Alcuni dei marchi leader a livello mondiale, come Apple, Google, Samsung e GE, hanno adottato rapidamente l’approccio del design thinking. Inoltre, il pensiero progettuale viene insegnato nelle principali università di tutto il mondo, Stanford, Harvard e il MIT.

Il design thinking è un processo iterativo in cui cerchiamo di comprendere l’utente, sfidare ipotesi e ridefinire i problemi nel tentativo di identificare strategie e soluzioni alternative che potrebbero non essere immediatamente evidenti con il nostro livello iniziale di comprensione. Allo stesso tempo, il design thinking offre un approccio basato sulla soluzione per risolvere i problemi. È un modo di pensare e di lavorare e una raccolta di metodi pratici. Il design thinking ruota intorno a un profondo interesse nello sviluppo di una comprensione delle persone per le quali stiamo progettando i prodotti o i servizi. Ci aiuta a osservare e sviluppare empatia con l’utente target. Il pensiero progettuale ci aiuta nel processo investigativo di ricerca: mettere in discussione il problema, mettere in discussione le ipotesi e mettere in discussione le implicazioni. Il design thinking è estremamente utile nell’affrontare problemi mal definiti o sconosciuti, rielaborando il problema in termini umani-centrici, creando molte idee nelle sessioni di brainstorming e adottando un approccio pratico nella prototipazione e nel testing. Il design thinking prevede anche una sperimentazione continua: disegno, prototipazione, test e prova di concetti e idee.

Leave a Reply